A cosa serve un fornetto per unghie?

È da poco più di 10 anni che nel mondo femminile si sono diffuse due mode particolari che consentono a tutte le donne di avere le unghie di mani e piedi sempre curate e perfettamente decorate, e cioè lo smalto semipermanente e la ricostruzione in gel. Oltre ad affidarsi a una onicotecnica professionale e creativa, per unghie belle e colorate è necessario un piccolo e semplice strumento: il fornetto, senza il quale sarebbe impossibile decorare le unghie.

Modelli di fornetto

Il fornetto per unghie è una lampada di piccole dimensioni all’interno della quale viene inserita la mano o il piede su cui è stato applicato lo smalto. È adatto a tutti i tipi di gel e smalto e può essere utilizzato non solo nei centri estetici ma anche a casa. Esistono tre tipi diversi di fornetto:

la lampada UV, che è composta da bulbi ad incandescenza di varia potenza che emettono una luce ultravioletta, consentendo allo smalto o al gel di trasformarsi dallo stato gelatinoso allo stato solido. I bulbi sono dei tubi all’interno dei quali passano dei gas come il neon o il mercurio, generano calore e possono raggiungere temperature superiori ai 50 gradi.

la lampada LED, che utilizza dei diodi a tecnologia Led che riducono notevolmente i tempi di asciugatura dello smalto. Questi fornetti sono più piccoli e leggeri delle lampade UV, sono realizzati con materiali infrangibili e resistenti alle alte temperature. Non contengono alcuna sostanza tossica o nociva e non producono calore.

la lampada LED/UV, che all’interno presenta sia una serpentina UV sia dei faretti a Led, unendo quindi le tecnologie delle 2 lampade precedenti.

Molti fornetti sono dotati di un sensore automatico grazie al quale la lampada si accende appena la mano si avvicina e si spegne quando è trascorso il tempo impostato. Alcuni hanno un chip che controlla la temperatura evitando il surriscaldamento, altri un display LCD e una base rimovibile per una pulizia più facile e migliore.

Indipendentemente dal modello, i fornetti per unghie sono di piccole dimensioni, quindi maneggevoli e facilmente trasportabili. Alcuni addirittura sono così compatti da poter essere messi in borsa. Alcuni fornetti infine vengono venduti in confezioni che contengono anche i guanti di protezione per le mani, diversi modelli di lime e gli accessori per decorare le unghie, come cristalli e brillantini.

A cosa serve e come si utilizza

Il fornetto per unghie viene utilizzato per diversi trattamenti, come per esempio il fissaggio dello smalto semipermanente, l’applicazione di unghie finte e la ricostruzione.

In pratica, il fornetto non fa altro che polimerizzare e indurire i gel e gli smalti, garantendo una tenuta perfetta e una lunga durata. Inoltre, è fondamentale nella Nail art, per fissare gli strass, le perline, i glitter e qualsiasi altra decorazione in maniera sicura e rapida.

Utilizzare il fornetto per unghie è davvero molto semplice. Dopo averlo collegato alla presa di corrente, lo si deve accendere e impostare il tempo di posa, che non deve superare i 2 minuti. Dopodiché bisogna inserire nell’apparecchio la mano o il piede trattato e aspettare che si spenga automaticamente. A questo punto viene applicato un nuovo strato di smalto o di gel e ripetuta la procedura nel fornetto.

Consigli utili

Prima di utilizzare il fornetto per unghie è bene conoscere al meglio l’apparecchio e tutte le precauzioni da adottare per evitare problemi e complicazioni. Innanzitutto, dovete sapere che la lampada a LED polimerizza i gel con una grande velocità impiegando solamente dai 10 ai 30 secondi, la lampada UV, invece, da 1 a 3 minuti. Quindi per ottimizzare i tempi è sicuramente più indicato il fornetto a LED. È migliore la tecnologia a LED anche per quanto riguarda l’efficienza energetica, visto che i faretti consumano poco e durano molto (all’incirca 50 mila ore), mentre i bulbi UV consumano tanto e durano in media 100 ore. Le lampade UV sono invece vincenti dal punto di vista economico, perché hanno prezzi più bassi e convenienti di quelle a LED.

Inoltre, ricordate che durante l’operazione la mano o il piede deve essere tenuto ben fermo per evitare che lo smalto o il gel possa colare e attaccarsi alle pareti della lampada. Inoltre, se state utilizzando una lampada UV, non guardate mai la luce emessa, perché, essendo formata da raggi ultravioletti, potrebbe danneggiare la vista.

Sia che utilizziate una lampada UV o una a LED, non effettuate la ricostruzione frequentemente, perché a lungo andare si potrebbe verificare un invecchiamento cutaneo e le unghie potrebbero diventare più fragili. Un ultimo consiglio che vogliamo darvi è quello di pulire accuratamente il fornetto dopo ogni utilizzo. Disinfettate sia la base che la parte superiore dell’apparecchio con uno spray antibatterico, che ridurrà il rischio di contrarre infezioni e funghi. Se invece al suo interno sono rimasti residui di gel potete staccarli delicatamente con le dita o utilizzare una salviettina imbevuta nell’alcool puro. Ovviamente il lavoro di pulizia va fatto sempre con la corrente staccata.

Back to top
menu
guidapedicure.it