A cosa serve un massaggiatore per piedi in legno?

I piedi sono una parte molto importante del nostro corpo ed hanno un ruolo di rilievo anche nella formazione del benessere del nostro corpo. Nei piedi infatti ci sono molte terminazioni nervose, e questo è uno dei motivi che sta dietro al fatto che se i piedi sono al caldo in inverno o al fresco in estate, riusciamo a star bene in tutto il corpo.

Insomma, ciò che fa bene ai nostri piedi fa bene al resto del corpo ed infatti su questo principio si basa la riflessologia plantare, ovvero una sorta di scienza che si basa proprio sul fatto che ogni piccola parte dei nostri piedi sia collegata ad un’altra parte del nostro corpo. Se quindi quella minima parte dei piedi è trattata bene, di riflesso sta bene anche la parte del corpo collegata ad essa ma lontana “fisicamente“.

Anche se non siamo molto fedeli alla riflessologia plantare, non possiamo evitare di affermare che un bel massaggio ai piedi sia un ottimo antistress. Il massaggio ai piedi è molto rilassante e può essere davvero una coccola per il nostro corpo.

Non sempre però abbiamo la possibilità di rivolgerci ad un professionista per farci massaggiare, e non sempre abbiamo un compagno o un parente che la sera si dedichi al massaggio dei nostri piedini. Farlo da soli non è per niente semplice, se non impossibile, ed è per questo che è stato ideato il massaggiatore per i piedi in legno. 

Cos’è un massaggiatore per i piedi in legno?

Questo strumento è molto semplice sia nella funzionalità che nella sua realizzazione, ma i suoi effetti sono incredibili.

Il massaggiatore per i piedi in legno è ha una forma di solito rettangolare ed è dotato di una serie di asticelle che ospitano dei rulli, sempre in legno. Ogni rullo ha una lavorazione particolare sulla superficie che può essere a spuntoni più grossi o più piccoli, quadrati o tondi.

Generalmente un massaggiatore standard possiede una decina di rulli differenti ed ognuno di essi ha una sua funzione specifica.

In alcuni casi i rulli possono essere identici e presentare quindi una lavorazione uguale. In questo caso il massaggiatore è funzionale perché può essere usato contemporaneamente con entrambi i piedi e si avrò lo stesso massaggio allo stesso tempo, ottimizzando le tempistiche.

Altre volte, ogni rullo avrà una funzione specifica e andrà utilizzato seguendo le istruzioni per un massaggio più dettagliato verso una zona o l’altra della pianta del piede, collegata quindi ad un dolore rispetto che ad un altro.

Come si usa un massaggiatore per i piedi in legno?

Il massaggiatore va quindi poggiato sul pavimento e in maniera lenta e costante dovremo poi appoggiare i nostri piedi sui rulli e procedere con un movimento in avanti e all’indietro.

Grazie a questo movimento il rullo ruoterà e gli spuntoni che lo caratterizzano massaggeranno la pianta dei nostri piedi. Un principio molto simile al rullo per la schiena, il cosiddetto foam roller, anch’esso usato per il massaggio in diverse parti del corpo.

Il massaggio con il rullo è quindi molto comodo da realizzare nella comodità della vostra casa. È semplice da usare e possiamo utilizzarlo mentre guardiamo la tv o siamo impegnati nella lettura di un libro.

Con il massaggiatore non solo possiamo rilassarci ed eliminare in maniera semplice le tensioni della giornata, ma possiamo anche stimolare la circolazione e di conseguenza risolvere il problema dei piedi gonfi.

Insomma, è un prodotto dai molteplici utilizzi che può essere molto apprezzato a qualsiasi età.

I vari modelli disponibili

Come per tutte le cose, anche il massaggiatore in legno è disponibile sul mercato in diversi modelli. Ciò che cambia, in questi casi, è la dimensione del massaggiatore, ma anche il numero di rulli presenti e la forma delle varie protuberanze.

La versione migliore è forse quella di cui abbiamo accennato prima. Grazie alla presenza di una decina di rulli e di spuntoni differenti, possiamo effettuare un massaggio completo e anche variegato. Le versioni più piccole hanno di solito due o tre rulli, e possono avere al posto dei rulli direttamente delle palline che ruotano su un’asta.

La scelta del modello ideale di rullo è quindi legata alle nostre esigenze, al tipo di massaggio che vogliamo ottenere, ma anche magari alla questione delle dimensioni.

Un massaggiatore più piccolo può essere più comodo da portare anche in viaggio, mentre la versione con dieci rulli è più ingombrante.

Perché il legno?

L’uso del legno nel caso del massaggiatore è legato prima di tutto alla resistenza del prodotto nel tempo, ed in secondo luogo, al basso costo della produzione.

Un basso costo di produzione si traduce automaticamente in un costo finale basso anche per il cliente. Questo prodotto appartiene di diritto alla fascia di prezzo bassa. Il suo costo dipende principalmente dalle dimensioni che si traducono nella quantità di rulli presenti.

Di solito, per realizzare questo tipo di prodotto, viene usato il legno di faggio. Innanzitutto, perché  è un legno molto malleabile, e successivamente perché è veloce nella crescita.

Il faggio è un albero che cresce in maniera rapida e per questa ragione è usato spesso nella realizzazione di molti prodotti, anche di arredamento. Scegliendo il faggio ci si assicura il riciclo del legno e si ha sempre un occhio di riguardo alla salvaguardia dell’ambiente.

Sono Teresa e sono napoletana. Sono appassionata da sempre di libri, cucina e lifestyle. Mi piace chiacchierare e condividere le mie opinioni con gli altri. Il confronto è la via migliore per fare la scelta giusta e consigliarsi con gli altri è sempre utile. Sono molto attiva sui social media e sui miei profili parlo di tante cose, scambio consigli con la mia community e mi diverto. Il momento preferito della giornata per me è la colazione, che sia a casa o al bar amo svegliarmi con il mio cappuccino.

Back to top
menu
guidapedicure.it