Lime professionali per unghie: quali scegliere per il lavoro? Consigli, guida all’acquisto

Uno degli strumenti che non deve mai mancare alle estetiste e alle onicotecniche è la lima, indispensabile per trattare al meglio le unghie delle mani e dei piedi. Grazie alla lima è possibile definire la forma dell’unghia, accorciarla, prepararla alla ricostruzione e lucidarne la superficie, eliminando le rigature e le imperfezioni in modo da farla diventare liscia.

Tipologie di lime professionali

Di lime professionali in vendita ce ne sono veramente tante, ognuna utile e indicata per un determinato lavoro. In linea di massima le lime professionali si suddividono in base ha tre elementi: la forma, il materiale utilizzato e la ruvidità.

Per quanto riguarda la forma, distinguiamo

La lima curva. Dalla forma arcuata simile a una banana, questa lima viene utilizzata per limare le cuticole e quando si vuole dare all’unghia una forma rotonda o ovale.

La lima dritta. Lunga generalmente tra i 10 e i 15 centimetri, è utilizzata soprattutto per accorciare le unghie e dar loro una forma squadrata. È facile da usare e ideale sia per le unghie naturali sia per quelle ricostruite.

La lima a mezzaluna. Avendo un lato arrotondato e uno lineare, è contemporaneamente lima curva e lima dritta, a seconda del lato che si usa. È la più utilizzata nei centri estetici.

In base ai materiali, ci sono:

lime in cartone, che sono maneggevoli e pratiche ma che non possono essere né lavate né tantomeno disinfettate;

lime in plastica, resistenti, economiche, facili da utilizzare e perfette per modellare le polveri acriliche e i gel UV.

lime in vetro, che sono le più igieniche perché possono essere sterilizzate in qualsiasi momento senza subire mai danni. Al tempo stesso sono però molto fragili e si possono rompere facilmente. Garantiscono risultati perfetti e professionali su ogni tipo di unghia.

lime in metallo, poco maneggevoli e flessibili perché di dimensioni più grandi rispetto agli altri modelli;

lime in legno, che possono essere utilizzate per tutti i tipi di unghie. Non essendo lavabile, devono essere utilizzate una sola volta e poi buttate;

lime a grana di diamante, estremamente resistenti e con un potere limante maggiore. Devono essere sterilizzate con soluzioni antibatteriche e sono le più professionali, per questo presenti in tutti i centri estetici.

Infine, considerando il grado di ruvidità, la cosiddetta grana, e cioè il potere di abrasione della lima, indicato dal numero Grit, le lime si dividono in 4 modelli.

Lima Grit 80/100, altamente abrasiva e per questo perfetta per rimuovere polveri acriliche, acrygel e gel UV. È assolutamente sconsigliata sulle unghie naturali.

Lima Grit 100/180, ottima per dare forma all’unghia ricostruita.

Lima Grit 180/240, grana media, utilizzata prevalentemente per opacizzare la superficie dell’unghia prima della ricostruzione.

Lima Grit 600/4000, grana extrafine, ideale per lucidare e modellare le unghie naturali, anche quelle più fragili e delicate.

Quindi, più alto sarà il numero Grit più la grana sarà fine e avrà un potere abrasivo minore.

Guida all’acquisto

Prima di acquistare una lima professionale bisogna prendere in considerazione alcuni criteri che vi aiuteranno ad acquistare il prodotto più adatto alle vostre necessità.

Innanzitutto, valutate il materiale abrasivo con cui sono realizzate le lime. Ci sono quelle realizzate in ossido di alluminio, che hanno una grana leggera e sono perfette sulle unghie naturali, e quelle in ossido di alluminio e in carburo di silicio, che sono dure e altamente abrasive.

Importante è anche il supporto della lima, fondamentale per l’ottimo risultato della prestazione. Le lime che hanno un supporto in panno sono molto flessibili, quelle in carta poco durevoli e quelle in Mylar sono molto resistenti e impermeabili.

Inoltre, scegliete il tipo di lima anche in base alle unghie che dovete trattare e al lavoro da eseguire. Ad esempio, per le unghie fragili e sottili che si sfaldano facilmente potete utilizzare una lima in plastica o in legno, mentre per quelle forti e robuste le lime in metallo e a grana di diamante sono le più indicate. Un consiglio che vogliamo darvi è quello di non limare mai le unghie naturali con una lima Grit 80/100 perché si sfalderebbero troppo. Per fare piccoli ritocchi ideali sono le lime di cartone, per modificare la forma delle unghie naturali è perfetta invece la lima in vetro. Per rimuovere gel e polveri acriliche optate per una lima Grit 80/100, per limare le unghie naturali dure e forti preferite invece una lima Grit 100/180. Per raggiungere le parti dell’unghia più vicina alle cuticole utilizzate una lima a mezzaluna, vi farà eseguire il lavoro con semplicità e facilità.

Se siete alle prime armi, vi sconsiglio di utilizzare sia la lima a grana di diamante, perché potreste tagliarvi e farvi male, sia quella in metallo perché, essendo poco maneggevole, richiede particolare abilità ed esperienza nella limatura.

Infine, se la scelta si basa sul budget che avete a disposizione, le lime più economiche sono quelle in plastica, in legno e in cartone, quelle più costose invece sono le lime in vetro e a grana di diamante, che sono durevoli e performanti e garantiscono ottimi risultati.

Back to top
menu
guidapedicure.it